domenica 6 ottobre 2013

Corso di formazione Giocomotricità su Scacchiera Gigante

Sabato 5 ottobre 2013 si è svolto a Novara un corso di formazione su "Giocomotricità su Scacchiera Gigante".

Per il Circolo Scacchi Ciriè erano presenti gli istruttori Renato Casarin e Fabrizio Fassero, che hanno acquisito le conoscenze necessarie per presentare alle scuole questa interessante attività.

Riportiamo qui il testo integrale della presentazione preparata dall'istruttore Alessandro Dominici:

"La Giocomotricità su scacchiera gigante è indubbiamente uno strumento pedagogico interessante e ricco di risorse: lo stanno dimostrando i corsi svolti in orario scolastico, in aumento un po’ in tutta l’Italia, e lo suggerisce anche l’osservazione fatta dal prof. Trinchero dell’Università di Torino, tramite la ricerca PSG (visibile su www.europechesspromotion.org ). Questo gioco motorio, proposto a bambini di 5/7 anni su una grande scacchiera da pavimento di 4 metri di lato, è basato sulla consapevolezza che il movimento accompagna e aiuta l’evoluzione e lo sviluppo della personalità, intesa come unità di corpo, mente ed emozione.

Anche se non è un’attività direttamente finalizzata all’apprendimento del gioco degli scacchi, perché può essere mantenuta su un percorso proprio, senza finalità̀ e obiettivi oltre a quelli del curricolo scolastico, il collegamento con gli scacchi ovviamente c’è. E’ ovvio che questa esperienza sarà senz’altro propedeutica al gioco “a tavolino”: permettere agli alunni di trasferire sulla scacchiera e su un piano ”virtuale” tutte le esperienze psicomotorie già̀ ottenute, dallo spazio scacchiera al movimento dei “personaggi - pezzi”, renderà semplice e naturale l’apprendimento del gioco.

L’invenzione della “Psicomotricità su scacchiera gigante” è dell’istruttore FSI Alessandro Pompa che, con la pubblicazione nel 2000 del libro “I bambini e gli scacchi” , ha gettato le basi per la sua diffusione nelle scuole.
In seguito, grazie alla prof.ssa Paola Russo e all’Istruttore FSI Alessandro Dominici, è stato realizzato un primo protocollo didattico utilizzato nei corsi di Formazione istruttori FSI e dagli insegnanti, permettendo la sua rapida diffusione in Piemonte e in altre regioni italiane, complice anche la presentazione di questo progetto al convegno “Gli scacchi: un gioco per crescere” di Torino 2009.

L’utilizzo della scacchiera gigante nelle scuole è in espansione: a partire dal lavoro che sta facendo da anni l’Istruttore FSI Sebastiano Paulesu in Sardegna, da quello della Prof.ssa Beatrice Rapaccini nelle Marche, da quello di tutti gli insegnanti e istruttori delle provincie di Novara, Cuneo e Torino, per giungere a Graziano Marchi nel mantovano.
L’evoluzione più recente è di quest’anno, con la scrittura di un vero e proprio manuale teorico – pratico da parte della dott.ssa in Scienze Motorie Claudia Pulzoni, che ha trasformato e tradotto in termini molto più dettagliati il precedente protocollo, a cui si sono aggiunte le osservazioni sulle dinamiche relazionali scritte dal Councelor e Supervisore professionale Irene Pulzoni.

Questo manuale è stato il punto di partenza del corso che si è tenuto a Novara, al quale hanno partecipato 42 Istruttori e Insegnanti provenienti principalmente dal Piemonte e dalla Lombardia, che si sono letteralmente lanciati in verticali, diagonali e orizzontali per fare esperienza sulla conduzione di questa attività. I docenti, Claudia e Irene Pulzoni ed Alessandro Dominici, hanno potuto fornire, oltre ad alcune “riflessioni” sul comportamento adeguato da tenersi nei gruppi classe e alle diverse ore di pratica su scacchiera, anche e soprattutto il manuale stampato e i necessari suggerimenti per un suo impiego corretto.
Crediamo che l’esito sia stato notevole, in termini di coinvolgimento ed entusiasmo dei partecipanti, così come il loro impegno durante le 8 ore di corso, alla fine del quale è stato rilasciato a tutti, da MSP - Scacchi , il meritato attestato di partecipazione.
Ci auguriamo che questo corso, proposto dalla Società Scacchistica Novarese e dal Comitato regionale Piemonte FSI, con l’ottima organizzazione di Roberto Fusco e Filomena Sacchitelli sostenuti dallo sponsor ETSI - Viaggi e Soggiorni, abbia condotto gli educatori a una completa fruibilità di questa attività, facendo compiere un altro passo in avanti all’introduzione del gioco degli scacchi nelle scuole."

Nessun commento:

Posta un commento