lunedì 7 aprile 2014

Promossi!!!!!!

Il Circolo di Ciriè ha centrato l'obiettivo: la promozione in serie C dei Campionati Italiani a squadre.

Giusta si è rivelata la strategia di puntare su due formazioni equivalenti, in grado entrambe di giocarsi la promozione nel proprio girone, anche per avere più possibilità di evitare le incognite del sorteggio.

Così la squadra Ciriè Bianca di capitan Macario è entrata in un girone equilibrato, il numero 3, con Ivrea, Chivasso, Scacchistica Torinese Senior e Vercelli. La Ciriè Azzurra di capitan Casarin nel girone 4 ha trovato Pinerolo, Scacchistica Torinese Mix, Libero Torneificio Wonder Team e Cuneo, quest'ultima nel ruolo di favorita.

Entrambe le nostre squadre si sono comportate benissimo, finendo imbattute. La promozione è riuscita alla squadra Bianca, prima del girone a 7 punti davanti alla Scacchistica a 6 (anch'essa imbattuta), schierando il veterano Battaggia, i sempre affidabili Macario e Risso, il bravo esordiente Francone, e con il prezioso apporto di Campo e Bullita.

Gli Azzurri hanno concluso al secondo posto dietro Cuneo, con cui avevano pareggiato lo scontro diretto della prima giornata. Anche vincendo l'ultimo turno, finito 2-2, con la Scacchistica Mix i nostri sarebbero finiti comunque alle spalle dei cuneesi per i criteri di spareggio. Frassati si è difeso nel difficile ruolo di prima scacchiera contro tutti avversari di alto livello, bravi Fassero e Casarin (nell'ultimo turno con la febbre ma stoicamente alla scacchiera) e bravissimo Carollo, che ha confermato la sua prepotente crescita.

Nessun problema per la mancata doppietta, dato che il regolamento del CIS consente nello stesso anno la promozione di una sola squadra per Circolo. Quindi abbiamo ottenuto il massimo risultato possibile, e il prossimo anno potremo divertirci giocando su due livelli diversi, valorizzando ancor meglio le potenzialità di ciascuno.

Inutile dire che la serata didattica di martedì 8 aprile sarà condizionata dalla necessità di un brindisi per questo successo ...

Nessun commento:

Posta un commento